con traduttore made blog P.C.

Miei cari amici vicini e lontani buongiorno, ovunque voi siate!

mercoledì 11 luglio 2012

A minigona da a mama

minigonna

Ul fieu a l’éa scapàa!
L’éa là cun giò ‘l magun
e i donn ca l’éan truvàa
capivan no a rasun.
- «L’ha persu sto fiulin
a mama in sül mercàa,
al dis: tacàa ‘l banchin
di pezzi culuràa» -
« Ragordas piscinin
fin quan’ te ghé l’età,
tegn francu ul sutanin
da a mama… o ‘l sò scusàa"!»
E lü cunsciàa ‘mé ‘n strasc,
stremìi püsé ‘nca mò,
l’ha dìi valzandu i brasc:
- «A ga rivevu no!» -


 
 



22 commenti:

  1. Ahahahah...bellissima....Se la mamma ero io però il bimbo ci arrivava ....

    RispondiElimina
  2. oddio... afferrato il senso, sicuramente :) carina, in effetti però oggi hanno poco da attaccarsi al sutanin i bimbi ;P (per la cronaca da noi si dice s'ttanin... quasi uguale ;))

    RispondiElimina
  3. Mi ci è voluto un po' a capire il testo...colpa della foto che mi distraeva

    RispondiElimina
  4. Santo cielo Alby....il Camagna andrà in corto circuito....

    RispondiElimina
  5. E perchè? Non dirmi che sei alta un metro e un caxxo.
    C'è il camagna che dice un gran bene di te!

    RispondiElimina
  6. Geisha, oggi i bimbi nascono già più grandi, altrimenti, se così non fosse, bisognerebbe supporre che le mamme non usano più la sottana.
    Che mondo... che mondo!

    RispondiElimina
  7. Polly... il camagna oramai è impegnato a contare le stelle che gli fanno compagnia nottetempo! °___^

    RispondiElimina
  8. Blu... ma te andàa ul laci 'n d'ul cò? A' la to età te pensi 'nca mò a chi robi lì?

    Ti attendo per un'altra gustosa pagina in dialetto che, da veneto, apprezzerai particolarmente.
    Ma l'autore non sarà più Ernesto Parini, bensì Felice Musazzi, in una scena del Teatro de "i Legnanesi"

    RispondiElimina
  9. Sono alta come il Camagna...sarà per quello che parla bene di me

    RispondiElimina
  10. Si, come quel tale che chiede ad un amico: « E di mia moglie cosa dicono?»
    «beh... c'è chi ne parla bene e chi ne parla male!»

    RispondiElimina
  11. misteri di blogspot: chissà perchè ci sono due commenti uguali!

    RispondiElimina
  12. il camagna ha perso il conto delle stelle, la colpa è del prosecco e delle costine.... grande abbuffata insieme a cinque fanciulle di vent'anni...... e tutte mi chiamavano "papi", il berlusca ha fatto scuola.

    RispondiElimina
  13. allora non mi resta che augurarti una buona nottata e che sia piena di stelle perchè ti facciano compagnia... CiAo CARISSIMO :)))

    RispondiElimina
  14. geisha... molisana sono ;)

    RispondiElimina
  15. ...aggiungi che sono le amichette di tuo figlio per cortesia.....

    RispondiElimina
  16. Polly, il camagna non verrà certo a rispondere, ma che fossero le amichette di suo figlio l'avevamo capito tutti.

    RispondiElimina
  17. ah... molisana sei! Ma che differenza c'è tra molisani e abruzzesi?

    RispondiElimina
  18. Mi piace troppo fare le sottolineature.........

    RispondiElimina
  19. in tal caso devi usare il tag Sottolineatura

    RispondiElimina
  20. ultimamente, vista la qualità degli uomini più giovani, ho molte richieste da parte di giovani donne.... il mio problema è la memoria, non ricordo cosa vogliono da me!

    RispondiElimina
  21. Come ti capisco camagna!
    E' successo anche a me con Polly l'altro giorno. Ma lascia che ti racconti:
    polly_blog il 13/07/12 alle 15:33 via WEB

    .....ehhhhh.....che bravooooo....posso chiedere tutto quello che voglio?....
    albatrho.s il 13/07/12 alle 19:04 via WEB
    NO! Perché poi non posso chiedere anch'io quello che voglio?

    Eppure io sapevo benissono cosa cervavo!

    RispondiElimina
  22. tra volere e potere c'è un'enorme differenza!

    RispondiElimina