con traduttore made blog P.C.

Miei cari amici vicini e lontani buongiorno, ovunque voi siate!

Click on the logo, then on the Live WebCam. . For ACV Live Meteo, click the button.

venerdì 20 gennaio 2012

Freccette a ventosa

Come ben sapete, le freccette a ventosa rimangono attaccate al bersaglio, qualora questi venga centrato.
Perchè? Ve lo siete mai chiesto? Ebbene ve lo spiego io in quattro parole con un semplice esperimento.

Togliete i bulbi di gomma dei contagocce di tutti i medicinali che avete in casa. Stringeteli in modo che l'aria esca fuori. Ora metteteli, uno alla volta, su un braccio, ma va bene qualsiasi parte del corpo che non sia molto pelosa. Ebbene: resteranno appiccicati. Perchè? Perchè avendo scacciato l'aria dai bulbi, l'aria esterna preme su questi con maggior forza proprio perchè quella interna è stata scacciata. Lo stesso avviene per le freccette: la freccetta colpisce il bersaglio, l'aria interna  della ventosa esce e l'aria esterna preme con più forza facendola rimanere attaccata.
Fin qui tutto bene, fino a quando mia moglie mi ha fatto bersaglio di tutti i flaconi di medicinali a cui ho tolto i bulbi dei contagocce.
Domo ma non vinto, ho pensato bene di ripetere l'esperimento con una ventosa un po' più grande.
L'esperimento non è stato facile ed ha richiesto un lungo studio con gli occhiali da blog
Però devo dire che la costanza da sempre buoni frutti e, con mia grande soddisfazione, sono riuscito a centrare la vetrata che separa il mio ufficio da quello di mio figlio.
(anche questa Ansa!)
(questa non Ansa.)
Dopo alcuni esperimenti, per verificare la validità di quanto sopra, la vetrata è andata in frantumi e mio figlio si è incazzato.
(qui Anso io)
(anche in questa!)
         Questo era stato l’esperimento meglio riuscito tra i 101 previsti.

Nessun commento:

Posta un commento